Una triste storia di amici dell'uomo.

Andare in basso

Una triste storia di amici dell'uomo.

Messaggio Da Francesco Cirilli il Mer Apr 30, 2014 10:08 pm

Corriere Della Sera > Roma > Cane Morto All'Alberone,L'ora Delle Scuse Ai Proprietari
LA TRAGICA FINE DI MILLO
Cane morto all'Alberone,
l'ora delle scuse ai proprietari
Dopo le polemiche a distanza con Earth, sul presunto abbandono dell'animale. Cirinnà: «Storia completamente inventata»

ROMA - «Vi porgo io le scuse che vi doveva il sindaco, o il suo assessore con delega agli animali, per avervi abbandonato in balia di un’associazione che pur di far parlare di sé a Ferragosto, vi ha descritti come infami, inventando una storia completamente falsa». Monica Cirinnà, consigliera comunale ed ex responsabile dell’ufficio tutela animali, oltre che fervente animalista, scrive alla famiglia di Millo, il cane balzato agli onori della cronaca, suo malgrado, nei giorni intorno a Ferragosto.

SOPPRESSO - Millo infatti è l’animale che è stato soppresso dopo una segnalazione allo 06.0606 da parte dei condomini di un palazzo di via Virginia, all'Alberone, che sostenevano che fosse stato abbandonato in giardino, senza acqua né cibo, dai padroni che erano andati al mare. O almeno questa è la versione data dall’associazione Earth che è intervenuta in modo «urgente e congiunto di vigili e Asl», si legge nel loro comunicato, e che «ha dato mandato all’ufficio legale di prendere gli opportuni provvedimenti» contro la Cirinnà.

LA RETTIFICA - Eppure interpellati al riguardo, i volontari dell’Avcpp, che gestiscono le strutture comunali, hanno qualcosa da rettificare. «La Asl RmD e la Asl RmC, il veterinario dell’ambulanza convenzionata non hanno mai ricevuto nessun fax, quindi non hanno potuto procedere all’abbattimento del cane – racconta Simona Novi, presidente Avcpp – e i vigili urbani non hanno mai fatto irruzione in un’abitazione privata quel giorno». Versioni decisamente contrastanti. «Ci sono troppe anomalie nel racconto pasticciaccio di Earth – continua Novi – procedure saltate, nessuna richiesta di ingresso nel canile comunale, accertamenti clinici omessi. Nonostante fin dal giorno stesso del comunicato avessimo chiesto spiegazioni, abbiamo ricevuto solo un rifiuto ostinato».

L'APPOSTAMENTO - Così la Novi decide di andare direttamente alla fonte e si «apposta» in via Virginia finché non incontra la famiglia di Millo, un cagnone bianco di 13 anni che da uno soffre di paresi progressiva agli arti inferiori. «Ci conoscono tutti qui. Chieda di una coppia con un ragazzo in carrozzina e un cane bianco. Non lo abbiamo mai abbandonato. Avevamo la nostra veterinaria, il cibo era di qualità, e poi gli integratori. Abbiamo fatto di tutto per lui – le raccontano con le lacrime agli occhi –. La zampa non sanguinava, era mercurio cromo. Non eravamo al mare. Come hanno provato i vigili a cui abbiamo aperto alle 11 e che hanno parlato di un esposto per abbandono. Eravamo qui ad aspettare la veterinaria per aiutarlo a volare via». Da qui l’inciviltà. Alla famiglia sono arrivati tutta una serie di messaggi minatori e di insulti. Compensati dalla solidarietà e dai racconti di chi la conosce sul sito dell’Avcpp.
23 agosto 2012
Fonte Corriere della Sera.
avatar
Francesco Cirilli

Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 17.04.14
Età : 65
Località : Roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum